migliaccio napoletano

Migliaccio napoletano, ricetta originale

Porzioni: varie

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 1 ora circa

Difficoltà: facile

Il migliaccio napoletano è un dolce campano, come si intende dal nome, dalle origini molto antiche, che si prepara a Carnevale. Il nome deriva dal miglio, alimento con il quale originariamente veniva preparato questo dolce, in quanto usato molto nella cucina povera partenopea, sostituito poi dal semolino (semola di grano duro).
E’ una ricetta davvero semplice, che richiede pochi passaggi, ma il risultato è fantastico, una torta soffice che si scioglie in bocca!
E’ preferibile mangiarlo il giorno dopo la preparazione, in modo che gli aromi possano uniformarsi meglio e rendere il dolce ancora più gustoso.
Provatelo e non ve ne pentirete!

Ingredienti

  • 400 g acqua
  • 500 g latte
  • 200 g zucchero
  • 3 uova
  • 280 g ricotta
  • 40 g burro
  • Scorza d’arancia e di limone (solo la parte colorata delle scorze, senza la parte bianca)
  • 4 g sale
  • Vanillina
  • Acqua di fiori d’arancio
  • 180 g semolino

Procedimento

  1. Mettete il latte, l’acqua, il burro e per ultime le scorze di arance e di limone in un pentolino. Scaldate e mescolate un po’ per far sciogliere bene il burro.
  2. Una volta raggiunto il bollore rimuovete le bucce e, mescolando con una frusta, aggiungete il semolino a pioggia. Continuate a mescolare finché il composto di addensa, solitamente sono necessari 3/4 minuti a fuoco lento, altrimenti di meno.
  3. Trasferite il composto in una scodella, copritelo con pellicola e lasciatelo raffreddare.
  4. Nel frattempo setacciate la ricotta, in modo da renderla morbida e cremosa e tenetela da parte. In un’altra ciotola montate le uova con lo zucchero, le scorze rimanenti grattugiate dell’arancia e del limone, la vanillina ed il sale, dovete ottenere un composto chiaro e spumoso.
  5. Riprendete la crema di semolino e lavoratela con le fruste elettriche per alcuni minuti, poi aggiungete la ricotta setacciata e mescolate ancora con le fruste.
  6. Aggiungete l’acqua di fiori di arancio e unite un po’ per volta le uova montate, mescolando con le fruste elettriche o con una spatola.
  7. Imburrate e infarinate una tortiera da 22 cm di diametro e versatevi il composto. Fate cuocere in forno preriscaldato a 180 °C per circa un’ora. Se la superficie dovesse diventare troppo scura coprite con un foglio di alluminio.
  8. Prima di sfornare fate la prova stecchino per verificare la cottura, infine lasciate raffreddare prima di toglierlo dalla tortiera.
  9. Una volta raffreddato completamente spolverizzate con zucchero a velo a piacere e servite subito o, meglio ancora, il giorno dopo, per far uniformare e amalgamare bene tutti gli aromi.

Se non amate il latte potete sostituirlo con acqua (stessa quantità).
Potete fare a meno anche della ricotta, se non piace, anche se così il gusto cambierà parecchio.
Volendo, per rendere il vostro migliaccio napoletano ancora più goloso, potete aggiungere all’impasto gocce di cioccolato fondente, congelate e infarinate oppure un liquore di agrumi, uva passa, pinoli e/o canditi.
Alcuni utilizzano anche la cannella, inserita nel composto insieme alle scorze di agrumi, oppure limoncello.
Avrete capito che gli aromi sono essenziali per la buona riuscita di questa ricetta… 😉
Si può conservare in frigorifero per 3/4 giorni.

0 0 voti
Valutazione ricetta
 
Sottoscrivi
Notifica di risposta
0 Commenti
Feedback in linea
Leggi tutti i commenti